Cosa fare quando si hanno molte visite al sito ma poche vendite? (parte1)

Non basta che un sito sia bello graficamente e che abbia un numero discreto di visitatori per definirlo un sito di successo. Un sito di successo ha, infatti, il compito di trasformare i visitatori in contatti nonché clienti. Se un sito web pur registrando numerose visite non genera contatti e clienti significa che qualche aspetto va rivisto e migliorato dal punto di vista commerciale.

Ma cosa bisogna fare quando si hanno molte visite e pochi potenziali contatti – clienti?

Avere un sito ben posizionato sui motori di ricerca è senza dubbio uno dei principali metodi per incrementare il proprio traffico web, ma gli utenti condotti sul sito devono essere realmente interessati ai nostri prodotti. Volendo fare un esempio paradossale, nel caso di cups è irrilevante condurre sul nostro blog un utente che magari ci ha trovato digitando su google “come si dice tazza in inglese?” Ecco perché è fondamentale lavorare sulle parole chiave “redditizie” attraverso le statistiche del sito e il monitoraggio delle conversioni. Per verificare quali sono le parole utili e le sorgenti di traffico (google organic/ google cpc / facebook / referrar vari) che conducono il maggior numero di utenti potenziali clienti NON utente e basta è essenziale monitorare  le statistiche del sito e analizzare i singoli termini: guardare quali sono i termini che inducono l’utente a stare più tempo sul sito e a  vedere più pagine è il primo passo. Una volta individuate quali sono questi termini è opportuno lavorare sul loro posizionamento sui motori SEO e magari migliorare la visibilità della campagna ADWORDS su di queste, in modo da essere sicuri di attrarre utenti interessati.

cups

Leggi anche la seconda parte dell’articolo Cosa fare quando si hanno molte visite al sito ma poche vendite?

Related Posts